Faq

Radiatori 2000 dedica questa sezione alle FAQ, le domande più frequenti sui radiatori, le loro caratteristiche, la loro installazione e manutenzione.
Una rubrica utile per risolvere tutti i dubbi.

Il radiatore rappresenta uno dei componenti più importanti dell’impianto di riscaldamento deputato alla diffusione del calore nelle stanze delle vostre case.

Il radiatore, comunemente chiamato calorifero, riesce a generare calore grazie alla presenza di acqua calda che scorre al suo interno. Attraverso un sistema di tubature, l’acqua viene prima riscaldata dalla caldaia e poi raggiunge il radiatore riscaldandolo.

Il contenuto d’acqua di un radiatore è quindi componente fondamentale che determina l’efficienza del radiatore stesso (tempi di riscaldamento) ed eventuale risparmio energetico. Nei radiatori di alluminio, per la grande capacità di trasmissione termica del metallo stesso l’acqua contenuta è decisamente minore rispetto ai prodotti costruiti con altri materiali quindi avremo meno acqua da scaldare, maggiore inerzia termica e minori consumi.

Scopri di più

Scegliere il corretto radiatore non è semplice.

L’aiuto di un buon termotecnico è sempre auspicabile per capire esattamente la posizione in cui dovranno essere installati, gli allacci nuovi o esistenti da riprendere e la resa termica necessaria per scaldare in modo efficiente gli ambienti.

Detto questo, possiamo aiutarvi a capire preventivamente e con un metodo sommario di quanto calore avrete bisogno all’interno dei vostri ambienti e in questo modo rendervi più semplice la scelta dei radiatori stessi in base a modello, materiale e misure disponibili.

Non tutti i modelli di radiatore potrebbero fare al caso vostro anche se l’estetica vi convince, conoscere il vostro bisogno vi permetterà di scegliere più serenamente e consapevolmente.

La potenza termica necessaria a scaldare un ambiente è calcolata in W a partire dal volume della stanza da riscaldare.

Il volume è espresso in m³, si tratta di un dato facilmente ricavabile: vi basterà moltiplicare i mq della stanza da riscaldare per l’altezza del soffitto.

Si tratta di una prima approssimazione che non tiene conto di pareti, di altri elettrodomestici che generano calore, della disposizione dei radiatori all’interno dell’ambiente stesso, della classe di isolamento della casa e dell’esposizione delle stanze stesse, ma è comunque un buon punto di partenza.

Esempio pratico:

Partendo da una stanza di 20mq con un soffitto alto 2.5m si calcolano i m3 complessivi della stanza = 20mq *2.3m = 46m3

Solitamente 35 K/m3 possono essere una buona approssimazione di fabbisogno adatta a diverse aree geografiche.

Arriviamo, quindi, facilmente al nostro fabbisogno termico moltiplicando 46mq * 35 W =1610 W/mq

Noto il fabbisogno termico di cui si ha bisogno, si devono calcolare:

  1. quanti radiatori possono essere installati e dove all’interno della stanza
  2. che spazi possono occupare in temini di misure (altezza, larghezza, profondità)

In questo modo, date le misure degli spazi a disposizione, potreste capire più o meno quanti elementi ogni radiatore deve avere per raggiungere la potenza richiesta.

Supponiamo di avere 70 cm di spazio in larghezza per ogni radiatore ed avere due nicchie sottofinestra.

Il radiatore quindi dovrà essere basso (interasse 600 mm) e con un definito numero di elementi che non vadano oltre ai 70 cm complessivi.

Un elemento standard radiatore pressofuso modulabile è largo circa 8 cm quindi:

70 cm:8 cm = 8.75 cm

In questo caso ogni radiatore avrà 8/9 elementi massimo

Conosciuti il fabbisogno termico totale necessario e gli spazi disponibili bisogna capire la potenza termica di ogni singolo elemento radiante

Come si fa? Consultando la scheda tecnica sotto la colonna Delta T50 si scoprirà la potenza termica degli elementi radianti.

Nel caso di Ottimo, la potenza è circa 119 W (ricavabile dalla scheda tecnica sotto la colonna DeltaT50). Il radiatore in totale avrà: 7*119 W = 833 W di potenza che, moltiplicato per due radiatori, sono 1666 W. In questo caso sappiamo che installando due radiatori da 7 elementi in casa si avrà (spannometricamente) sufficiente fabbisogno.

Importante notare come il fattore di resa termica sia da ricercare nelle schede tecniche del prodotto scelto sempre sotto allo standard DeltaT50.

Fonte: Tabella tecnica radiatore OTTIMO prodotto da Radiatori 2000 Spa

Oltre alla potenza termica, cosa devo considerare per scegliere un radiatore correttamente? L’Interasse del radiatore

COSA È? Corrisponde alla distanza tra gli attacchi

Scegliere l’interasse corretto significa conoscere il posizionamento dei tubi dell’impianto e l’altezza del radiatore. Esempio: Interasse 600 mm = radiatore alto più o meno 60 cm (di solito la differenza è minima tra interasse e reale altezza del radiatore)

Ultima cosa da sapere:

Se gli impianti lavorano a bassa temperatura si può calcolare la resa termica anche utilizzando il DeltaT30, sempre più attuale con i moderni sistemi di riscaldamento che utilizzano caldaie a condensazione.

I radiatori in alluminio si adattano perfettamente a questo tipo di impianto e utilizzano un minor quantitativo d’acqua per cui il risparmio energetico è assicurato.

Ottimizzare non significa aumentare, ma fare in modo che il radiatore funzioni al meglio delle sue capacità e porti benefici all’utilizzatore.

PRIMA REGOLA
Indipendentemente dal materiale scelto la prima regola è NIENTE OSTACOLI, quindi è opportuno evitare tendaggi pesanti o collocare dei mobili davanti al radiatore stesso che potrebbero limitarne la diffusione del calore. Un radiatore dietro una porta che rimane aperta non funziona al massimo del suo potenziale.

SECONDA REGOLA
Installare delle valvole termostatiche. Grazie a questi piccoli dispositivi anche chi abita in un condominio con riscaldamento centralizzato potrà gestire in modo più autonomo il proprio impianto, impostando per ogni ambiente la potenza desiderata. In questo modo si può risparmiare sui costi delle bollette, ottimizzando la potenza quando e come si desidera.

© 2017 Radiatori 2000 SpA | P.iva 03554100176 | Rea BG-345232 | Cap. sociale int. ver. € 2.000.020 | Privacy & Cookie policy | Credits